domenica 6 gennaio 2013

Un logo è per sempre

O almeno dovrebbe essere così per un buon logo. Tipo quello della nota bibita; mai cambiato, e sono passati decenni. Ma non sono qui per parlare di marketing e aziende. Ho semplicemente giocato a fare il grafico, e ne è venuta fuori una roba. A dispetto dell'immagine, che potete ammirare alla vostra sinistra, ammetto di averci passato le giornate a trovare la linea giusta. 

È evidente il riferimento ai Nirvana. Volevo un logo ispirato a uno dei miei gruppi preferiti - questa volta niente Led Zeppelin. Un disegno semplice e funzionale; niente cazzate seriose. La forma "emoticosa" mi ha ispirato fin dal primo momento. Ricalca un po' lo spirito di Dark Rock Chronicles e dei DRC, i protagonisti. Niente teschi, niente sangue, niente pistole e rose, ma cartoonesca e identificabile. E poi doveva essere fumettosa. Ho ancora qualche dubbio sulle lettere ma nel complesso, dopo diverse prove, mi convince. Per carità, non è roba professionale, ovvio, ma la trovo accettabile. 

Voi che ne pensate? 
È ben accetto qualsiasi suggerimento/critica. A parte alcuni esempi storici (leggere sopra) un logo si evolve. No?

2 commenti:

http://illabirintodelfauno.wordpress.com/ ha detto...

Secondo me è perfetto. Molto musicale, quasi ricorda un plettro ;)

Anto

Marco Guadalupi ha detto...

Grazie Anto ;)
Magari rimarrà così per il resto della vita, chissà!

Marco