domenica 18 agosto 2013

Breaking Bad Cristal Meth, caramelle in stile Heisenberg


Ed ecco che improvvisamente questo blog si trasforma in un blog di cucina... per una ricetta molto particolare.

Aspettando le ultime otto puntate di Breaking Bad ho provato a realizzare la mitica blue sky di Heisenberg/Walter White. Tutto è nato per caso, da una foto trovata in rete di alcuni cupcakes in stile Breaking Bad, decorati con cristalli di meth. Una volta scoperte e consultate attentamente le ricette dei fan americani ho pensato di provare; il procedimento è semplice, ma necessita di qualche attenzione. Il risultato finale è sbalorditivo, e se ho capito bene queste candy rock (che altro non sarebbero che caramelle dure) vengono utilizzate anche come oggetto di scena nella serie tv.

Ma bando alla ciance. Voglio condividere con voi questa ricetta, quindi passo subito alla lista degli ingredienti e degli strumenti da utilizzare. Per preparare le Candy Rock Cristal Meth occorrono:

- 120 ml di acqua
- 246 gr di sciroppo di glucosio
- 400 gr di zucchero
- Colorante alimentare (consigliato in gel) di colore blu
- un pentolino
- teglia da forno
- carta forno
- un termometro da zucchero (o da cucina)
- martello e/o batti carne

La difficoltà iniziale è stato capire le dosi esatte da utilizzare. Nelle ricette americane l'unità di misura convenzionale è il cup (tazza). In rete esistono diverse tabelle di conversione da cup a ml; tra l'una e l'altra ci sono delle differenze di qualche millilitro (o grammo). Ho così arrotondato utilizzando le dosi riportate sopra. 

Procedimento
Versare in un pentolino lo zucchero, l'acqua e lo sciroppo di glucosio (curiosità: nelle ricette originali usano il corn syrup, ovvero lo sciroppo di mais. Ma siccome è difficile da trovare va benissimo usare lo sciroppo di glucosio!)

Iniziare a far riscaldare il composto su fiamma medio-alta, fino a quando lo zucchero non si scioglie. Mescolate con un cucchiaio assicurandovi che non si formino grumi, soprattutto sui bordi del pentolino (in tal caso, se siete perfezionisti, potete aiutarvi anche con un leccapentole).
Una volta che lo zucchero si è sciolto continuate a riscaldare il composto. E qui entra in gioco il termometro. Non sono riuscito a trovarlo subito, vi consiglio di andare a cercare nei negozi specializzati, io l'ho trovato lì, uno digitale, altrimenti Amazon è una buona alternativa. 

Senza più preoccuparvi di mescolare, inserite il termometro nel pentolino per misurare la temperatura del caramello che lentamente arriverà a bollire. Continuate a monitorare la temperatura, fino ad arrivare esattamente a 140 °C (circa 285 F°). Questa parte è fondamentale. Le prime prove le ho fatte senza termometro e il caramello non si è indurito abbastanza. In termini di tempo, ho riscaltato il composto per circa 25 minuti. Affidatevi comunque al termometro, è la cosa migliore. E tenete a mente che se fate riscaltare troppo, il caramello si brucerà e assumerà una colorazione scura, compromettendo quindi la colorazione con il gel.

Una volta raggiunti i 140 C° togliere il pentolino dal fuoco. Vedrete delle bolle, TANTE bolle! e un leggero profumo di zucchero filato inebrierà le i vostri sensi... 
Aspettate qualche minuto, fino a quando le bolle non saranno del tutto sparite. Se avete eseguito  correttamente la procedura il caramello dovrebbe assumere una colorazione tendenzialmente trasparente, o leggermente ambrata. 

Ora potete aggiungere una goccia o due (a seconda della sfumatura che volete dare alla vostra meth) di colorante alimentare gel e un'essenza/estratto di quello che vi pare (limone, fragola, frutti di bosco, alici sotto sale, cerume...)

Amalgamate per bene il composto con il cucchiaio. Quando tutto il caramello sarà colorato, colate nella teglia (precedentemente rivestita con un foglio di carta forno bagnato con una goccia d'olio. In America usano lo spray antiaderente ma io non l'ho trovato quindi... olio! spalmandolo con un foglio di scottex). 

Facendo attenzione a non bruciarvi (il caramello avrà più o meno la stessa temperatura del magma) colate senza perdervi in chiacchiare. Il composto fa presto a solidificare, quindi fate in fretta! Se nel pentolino dovessero rimanere attaccati residui rimettete sul fuoco facendo bollire dell'acqua; il calore scioglierà i il caramello indurito e il pentolino sarà salvo! 

Ora avete la vostra bella lastra di metanfetamina. Forte, eh? Lasciatela raffreddare completamente per mezz'ora (anche di più se siete pazienti), dopodiché sarete pronti per l'ultima parte del procedimento, la più divertente. Martello alla mano spaccate il caramello formando i vostri bei cristalli. Siete appena entrati nel magico mondo di Heisenberg! Fatevi prendere dall'eccitazione, colpite forte e aiutatevi con il batti carne, se necessario. Sentirsi appagati fa parte del procedimento, yo!

Spezzati i cristalli, conservateli in delle bustine trasparenti con zip o in dei recipienti in plastica (consiglio vetro se siete in estate). Perfetto, ora che sapete come cucinare la metanfetamina al caramello potete sfidare Heisenberg, oppure semplicemente offrire qualche bustina ai vostri amici, sottolineando che NO, non siete dei tossici né spacciatori. Non si sa mai.

Io l'ho trovato divertente. Spero di aver descritto tutto per bene, per qualsiasi dubbio sono a disposizione. Nel frattempo vi saluto, dandovi appuntamento il 7 e l'8 settembre a Lunatica (Lecce, Manifatture Knos) con la proiezione del primo episodio di Breaking Bad e molte altre cose! Porterò un po' della mia roba.



(Il risultato finale)

28 commenti:

Charlie G ha detto...

scusa ma sei sicuro che di acqua ce ne vuole solo 140ml? fammi sapere che voglio cucinare

Marco Guadalupi ha detto...

Ciao, scusa il ritardo nella risposta!

Io ho usato 140 ml (ml più, ml meno, ovviamente) ottenendo un buon risultato.


ciao
Marco

A. ha detto...

Ho utilizzato la ricetta ed è venuta fuori una crystal meth bellissima :D
La parte più bella è stata spaccare la lastra!
Grazie della ricetta!
Saluti
A.

Marco Guadalupi ha detto...

Sì, spaccare la lastra è il pezzo forte della ricetta :)

grazie a te, ciao!

antonio fondi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
antonio fondi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
federico ravarotto ha detto...

ciao scusa dove hai comprato lo sciroppo di glucosio?
grazie

Anonimo ha detto...

Ho appena finito pur troppo mi è venuta un pó più scura andrà meglio la prossima ��

Marco Guadalupi ha detto...

L'ho preso in un negozio specializzato in dolci, ma lo trovi anche al supermercato.


ciao
Marco

Marco Guadalupi ha detto...

Se è venuta scurà o hai messo troppo colorante o l'hai bruciata.

ciao
Marco

Anonimo ha detto...

la pseudoefedrina l'hai inserita direttamente nel pentolino con gli altri ingredienti?

Marco Guadalupi ha detto...

Suppongo di sì. Sono solo un cuoco, seguo la ricetta. Walt era un chimico, non posso paragonarmi a lui.


ciao
Marco

Elisa Giannattasio ha detto...

Mi è venuta molle cosa faccio? Freezer? O posso ribollirla?mi serve x domani heeelp :(

Marco Guadalupi ha detto...

Ciao Elisa,
se è molle vuol dire che non l'hai cotta abbastanza. Non si può ribollirla, purtroppo. A me capità per due volte. L'unica cosa da fare e cominciare dall'inizio.

Hai usato il termometro? È importante, sta tutto lì.


ciao
Marco

Stefania Carriero ha detto...

Cosa bisogna fare per conservarlo senza che si sciolga?

Marco Guadalupi ha detto...

Io ho conservato i pezzi in un barattolo di plastica per caramelle e in delle bustine trasparenti. In frigo, se fa caldo, si può evitare che si appiccichino e diventino un tutt'uno. Questo sempre dopo aver spezzattato la lastra solidificata.

ciao
Marco


stefytommy ha detto...

ho seguito la ricetta ed è uscita perfetta!!
La parte migliore è stata fare il tutto con la tuta gialla e la mascherina..
grazie :)
ciao

Marco Guadalupi ha detto...

Grande! mi fa piacere ;)

ciao
Marco

Anonimo ha detto...

ciao Marco, scusa l'ignoranza ma il risultato non é una droga e non produce alcun effetto, vero?!
prima si parlava di pseudo efedrina quindi basterebbe aggiungere quella per ottenere la ricetta vera della crystal meth?

Anonimo ha detto...

ciao marco, volevo sapere quanti grammi di caramelle hai prodotto con una teglia... quante bustine saranno?

Anonimo ha detto...

raga ma c'è sul web una vera guida su come fare la meth? non la devo cucinare tranquilli, serve per una ricerca sulle droghe e sulla loro pericolosita visto che ormai su possono fare in casa

Anonimo ha detto...

grazie mille della ricetta! noi ci abbiamo fatto anche un video e regalato le caramelle per un compleanno!

https://www.youtube.com/watch?v=o3Jp2YMY0oY

Marco Guadalupi ha detto...

Ciao,
sinceramente non saprei, non mi sono preoccupato di pesarle.

Bel video!

ciao
Marco

Anonimo ha detto...

In realtá se si vuole creare della chrystal meth pura bisogna usare solo pseudoefedrina e altre cose chimiche ch facciano effetto, o usare il metodo shake 'n bake (in cui si ''taglia'' la meth con pseudoefedrina e acido di batterie o acqua per radiatori, agitandoli insieme in una bottiglia), senza ovviamente usare sciroppo di glucosio ecc... questa era solo una ricetta per fare una sostanza simile a quella di mr. White che si puo mangiare... tranquillo non ti da la botta haha

Anonimo ha detto...

Ciao :)
Prima di tutto grazie per questa giuda!
Volevo sapere se va bene anche lo zucchero di canna liquido al posto dello sciroppo di glucosio :P

Marco Guadalupi ha detto...

Ciao!
Sinceramente non saprei. Se hai la possibilità provaci, mentre se vuoi andare sul sicuro prova con lo zucchero normale come ho fatto io e occhio alla temperatura, è importante ;)


ciao!
Marco

Anonimo ha detto...

Ciao... Sto aspettando proprio ora che si solidifichi... Bellissimo davvero...

Me ha detto...

Ciao!
Io non capisco se hai rimesso il composto sul fuoco quando hai aggiunto il colorante e l'essenza.
Grazie in anticipo e complimenti per l'idea!
;)