venerdì 21 agosto 2015

Ant-Man

Finalmente ho visto Ant-Man. Il cinema estivo è un'esperienza rilassante, per certi aspetti. Fuori caldo, in sala freddo, poi il biglietto, il chiacchiericcio, l'attesa e infine il film. Ieri, sfortunatamente, ho beccato un terzetto molto maleducato. Devo dire che non mi capitava da un po'. Non me la prendo con i due bambini piccoli che Mr Rozzo ha trascinato al cinema. Parlare al telefono e mangiare come un facocero pacchi e pacchi di patatine come se non ci fosse nessun altro nelle vicinanze non è normale. 
Comunque. Il film non era male e queste sono le cose che mi sono piaciute e piaciute meno. 

Piaciute

- Presentare e caratterizzare in poche mosse un personaggio meno noto del mondo Marvel. Ho scoperto Ant-Man seguendo la serie animata degli Avengers. In quel caso era Hank Pym l'uomo formica. Un Avengers di tutto rispetto, e mi ha fatto piacere vedere come sia stato trattato in questo film, anche grazie all'interpretazine di Michael Douglas
- Trama. Sapevo di trovarmi di fronte a un heist film. È stato senza dubbio divertente, una buona scelta da parte di Marvel Studios, intelligente a non calcare troppo la mano, lasciandosi sì ispirare da tipologie alla Ocean's Twelve e compagnia bella, ma senza dimenticare di dover continuare a tirare il carrozzone del Marvel Cinematic Universe.
- Effetti visivi ed effetti speciali. Da bambino andavo matto per Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi... la scena della formica in giardino! Be', in Ant-Man è stato altrettanto forte.
- Evangeline Lilly. Sia lei che il suo personaggio avevano una voglia matta di entrare in azione. Bella, brava e assolutamente in parte. A presto, Wasp! 

Piaciute meno

- Il cattivone. Non male l'idea dell'apprendista che supera il maestro. È un meccanismo che, per quanto ormai poco originale, funziona. Apprezzabile anche l'intento di caratterizzarlo come una specie di eterno bambinone che gioca con la tecnologia e non sa bene cosa fare per la metà del tempo. Tuttavia a conti fatti non mi ha mai dato l'impressione di essere una minaccia. Ha fatto più danni il trenino Thomas gigante... 
- Il film stenta a decollare. La prima mezz'ora abbondante mi ha fatto sbadigliare, e per un attimo ho temuto il peggio. 


Questo è quanto. Alla prossima!

Nessun commento: