lunedì 14 settembre 2015

Over the Garden Wall

Ho scoperto questa serie animata grazie a Tumblr. Mi incuriosiva, l'ho provata ed è stato subito amore! Non sapevo cosa aspettarmi, e fino alla fine, fino all'ultima scena sono rimasto con il fiato sospeso. Sono ancora molto emozionato, perché ho finito di guardare poco fa il decimo episodio.

Se dovessi descriverlo in poche parole direi che Over the Garden Wall è un viaggio e un'esperienza. Non voglio dire nulla sulla trama, molto semplice ma narrata in maniera pressocché perfetta. La struttura ricorda quella di una fiaba, e difatti lo è, con una sostanziosa influenza del genere dark fantasy. Lo stile grafico è molto particolare. Ci sono alcune scene in chiaro scuro veramente noteli. Il character design non è sempre eccelso, ma lo si apprezza man mano, familiarizzando con forme e animazioni sintetizzate all'estremo. Fondali e colori sono incantevoli.

Adoro le storie per bambini e ragazzi. In quello che scrivo c'è tutta l'influenza di progetti come Over the Garden Wall. L'amore è scattato proprio per questo; dieci episodi di dieci minuti ciascuno in cui c'è tutto quello che cerco in un'opera di fantasia. 

Ho iniziato a vedere la serie in italiano, guardando i primi quattro episodi, per poi proseguire con quelli in originale. Non voglio alimentare polemiche (anche perché non me ne può fregare di meno), ma se avete un po' di dimestichezza con la lingua anglofona, guardate Over the Garden in originale. Io non ho molta esperienza e non riesco a parlare né a scrivere fluentemente in inglese, ma con l'audio e i sottotitoli originali non ho avuto alcun problema. Dico questo perché l'edizione italiana snatura l'opera, stuprando i personaggi, i dialoghi e l'atmosfera. Solitamente chiudo un occhio su questa roba, ma guardare e sentire i primi episodi doppiati in italiano mi ha traumatizzato. Basta sapere che nella versione originale Wirt e Greg, i due protagonisti, sono doppiati da Elijah Wood e Collin Dean.

Ora voglio informarmi e conoscere tutto su questa meraviglia! So che è ispirata a un cortometraggio del 2013 di Cartoon Network dal titolo Tome of the Unknown. Quando ne saprò abbastanza ritornerò a parlare di Wirt e Greg! Per adesso un saluto e attenti all'oscurità. 

Se amate il fantasy, Halloween, le avventure nei boschi, i musical, i personaggi un po' creepy stile Studio Ghibli e il nonsense questa miniserie animata fa decisamente per voi.

Nessun commento: