martedì 8 settembre 2015

Sense8, finale

Ieri ho finito di vedere la prima stagione di Sense8. Mi ricollego al post che ho scritto qualche giorno fa per dare un giudizio più completo a questa serie originale Netflix ideata da Lana e Andy Wachowski (Matrix, Cloud Atlas).

Sono rimasto molto soddisfatto. Un bel finale - ansiogeno e intricato - ha chiuso in bellezza il primo ciclo, aprendo scenari davvero interessanti in prospettiva seconda stagione, annunciata qualche settimana fa. La particolarità che definisce Sense8 è indubbiamente la presenza di personaggi molto diversi tra loro; prendendoli singolarmente non c'azzeccano niente uno con l'altro, eppure il legame che scoprono e coltivano è fortissimo. L'aiutarsi a vicenda, sentire le paure dell'altro, condividere la rabbia, innamorarsi...
Si parla di connessioni mentali, emozionali. Empatia, lo stesso stato d'animo che coinvolge lo spettatore. Guardando i singoli episodi verrà spontaneo riflettere e osservare se stessi dall'interno, chiedendosi perché le emozioni non si possano comandare, rifiutare o cancellare. Oppure domandarsi se evitare di esternare sentimenti, mentendo, faccia bene o è solo un ottimo modo per ammazzare l'anima.

Sense8 ci parla soprattutto di stati emotivi, facendolo con un'intensità incredibile, talvolta molto cruda. D'altra parte la realtà è così, lo dice Sun in una delle ultime scene dell'episodio undici.



"Così è la vita. Paura, rabbia, desiderio... e amore. Smettere di provare emozioni, smettere di volerle provare, è sentire la morte". 

Non c'è retorica in Sense8. Parlare di emozioni è difficilissimo, proprio perché la linea tra retorica e verità è sottile, imperfettibile. Ci sono molte scene e molte frasi che mi hanno colpito, e non le elencherò tutte. Da spettatore, posso dire di essere stato coinvolto, totalmente coinvolto nella cerchia degli otto protagonisti.

Ora sono molto curioso di vedere cosa accadrà nella seconda stagione. Mi aspetto una parte più di rilievo per il cattivone, Whispers; difatti la trama orizzontale rimane un po' ancora un po' sfocata. Mentre per il resto attendo conferme. Il cast è in gamba, visibilmente ispirato, come tutta la produzione.
Non mi sento di aggiungere altro, se non di consigliare a tutti la visione. 





2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho adorato questa serie!! Finale compreso ;)
Ma secondo te ci sarà anche la seconda stagione?? Non ne sono sicurissima...
Sun comunque è la mejo! :P
Ciaoooo

Ada

Marco Guadalupi ha detto...

Ciao Ada! :)
Bellissima, sì. La seconda stagione è stata annunciata l'8 agosto, è ufficiale. Per cui... aspettiamo!

Eh sì, Sun mi piace un sacco ^^